vai al contenuto principale

CBD e memoria

IL CBD AUMENTA IL FLUSSO SANGUIGNO NELLE REGIONI DEL CERVELLO LEGATE ALLA MEMORIA

In questo studio si è voluto  misurare gli effetti acuti del Cannabidiolo (CBD) sul flusso sanguigno cerebrale nelle regioni cerebrali associate all’elaborazione della memoria. Quindici soggetti sani sono stati reclutati e sottoposti a scansione cerebrale dopo aver ricevuto un placebo o una capsula da 600 mg di CBD. Il flusso sanguigno cerebrale è stato misurato utilizzando una tecnica di risonanza magnetica (MRI) chiamata etichettatura di spin arterioso.

I risultati hanno rivelato un aumento significativo del flusso sanguigno ippocampale dopo una singola dose di CBD. Aumenti del flusso sanguigno sono stati visti anche nella corteccia orbitofrontale, una regione nota per il processo decisionale.

Questi risultati possono avere implicazioni per il potenziale uso del CBD in una serie di disturbi associati alla disfunzione ippocampale, tra cui il morbo di Alzheimer, il PTSD e la depressione.

Dr Francesco Perugini Billi©copyright

 

Bibliografia

– Bloomfield MAP, Green SF, Hindocha C, et al. The effects of acute cannabidiol on cerebral blood flow and its relationship to memory: An arterial spin labelling magnetic resonance imaging study. Journal of Psychopharmacology. 2020;34(9):981-989.

Torna su