vai al contenuto principale

Jatamansi (Nardostachys jatamansi) olio essenziale

Famiglia – Valerianacee

Origine – Arbusto perenne, alto circa 60 cm diffuso in alcune regioni dell’Himalaya, tra i 3000 e i 5000 metri di altitudine.

Parti distillate – I rizomi.

Gusto: dolce, piccante.

Aspetto – Il colore è variabile, dall’ambrato al blu scuro o blu-verdastro. Ha un aroma inteso, “pesante”, legnoso, con note dolciastre.

Componenti principali – I più importanti: acetato di bornile, isobornile, valeranone, terpineolo, cineolo 1-8.

Proprietà – Antibatterica, antimicotica, antinfiammatoria, deodorante, lassativa, sedativa, uterotonica, ormonale.

Indicazioni – Infezioni batteriche (cute, apparati urinario, respiratorio e intestinale), processi infiammatori, nevralgie, ferite, stipsi, disturbi ginecologici (ottimo per i disturbi che accompagnano la pubertà e la menopausa), ansia, nervosismo, collera, panico, insonnia, stress e aritmie.

Ayurveda: è uno dei migliori oli per il sistema nervoso. Pacifica Vata, calma l’iperideazione mentale e dona pace e tranquillità. Va molto bene anche per le problematiche mentali Pitta, come rabbia e collera. Un olio che radica e rilassa. Pacifica Rajas.

Associazioni – Cedro, sandalo, lavanda, patchouli, pino e vetiveria.

Note – Ha un’azione specifica ed efficace sul sistema nervoso. E’ valido nel nervosismo, nell’agitazione mentale, nello stress e nell’insonnia provocata da questi stati. Indicato in modo particolare nel surmenage lavorativo, come adattogeno. Miscelato con un olio base, si può usare per il massaggio, perchè stimola la circolazione periferica, facilita la cicatrizzazione, combatte gli spasmi, ha un’azione antisettica, antinevralgica e sedativa – un buon massaggio è indicato come coadiuvante nelle cefalee, nevralgie, attacchi di panico, irritabilità, astenia nervosa, stati d’ansia e stress.

Dieci gocce sciolte in una tazza di latte o di acqua possono essere aggiunte ad un bagno rilassante. Oppure, poche gocce possono essere messe sui polsi, sulla testa (Chakra della Corona) e sulle piante dei piedi. Al bisogno, è anche molto utile semplicemente inalare l’olio direttamente dal flaconcino.

Avvertenze – E’ ben tollerato a livello cutaneo. Tuttavia, per saggiare la sensibilità personale, è bene inizialmente diluirlo con olio vegetale. A dosaggi elevati potrebbe avere un effetto narcotico. Evitare l’impiego interno, se non sotto controllo medico!

Dr Francesco Perugini Billi©copyright

Torna su